PIANTE CHE CURANO

Josep Pàmies agricoltore e studioso spagnolo, è uno dei principali membri della “Dulce Revolución”, un associazione no-profit che si occupa di coltivare e diffondere le piante officinali importate da tutto il mondo, ma anche di raccogliere tutte le persone che vogliono condividere le loro esperienze derivanti dall’uso di queste piante.tutte le persone che vogliono condividere le loro esperienze derivanti dall’uso delle piante medicinali e delle terapie naturali non aggressive.Con la stevia è cominciata una dolce rivoluzione che permetterà contrastare gli abusi delle case farmaceutiche e recuperare, o evitare che vada perduto, il sapere popolare nell’uso delle piante medicinali e delle terapie naturali.Infatti le case farmaceutiche fanno a gara a chi brevetta per primo, questo o quell’altro principio attivo di una piantaOggi a Balaguer, nella sua serra, oltre alla stevia Josep Pamies sta producendo moltissime altre piante, che regala alle persone afflitte da malattie gravi e nel caso di alcune piante come la marijuana che è considerata droga, Josep sta aspettando una denuncia da parte delle autorità in modo tale da poter portare il caso in tribunale. ci sino varie piante che pamies sperimenta come,La stevia viene usata da millenni in Sud America e in Europa fino a poco fa era consentita la vendita solo dell’edulcorante ricavato da questa pianta che guarda caso venne brevettato dalla monsanto. La stessa azienda che produceva l’aspartame che è il dolcificante cancerogeno più diffuso nel mondo, presente in moltissimi alimenti, era quella che faceva pressioni per criminalizzare l’uso della stevia. Grazie alle pressioni fatte dalla monsanto, era probito infatti venedere la pianta intera o il suo estratto integrale ma, se volevi comprare una bella pastiglia di edulcorante estratto dalla stevia e prodotto da loro non c’era nessun problema.la kalanchoe, una pianta tropicale del Sud America conosciuta come la" miracolosa "o" erba strega "e questo è un potente anti-tumorale ... Provate la Perilla foglia viola, vedere come si ricorda i giapponesi chiamano "shiso". Al di là di una grande sede lippia antiallergico o "rompepiedras" ben noto come scioglie i calcoli renali ed è un potente analgesico e antinfiammatorio E cosa dirà il Artemisia annua. un metodo molto efficace per trattare stabilimento marlaria ed è stato separato dalla circolazione dagli interessi dell'industria farméutica ".In Africa, un trattamento contro la malaria a base di Artemisinina, il principio attivo estratto dall’artemisia e brevettato dalla novartis, costa 60 euro. Praticamente non può permetterselo nessuno. Gli studi sull’artemisia di Josep hanno portato alla conclusione che assumere la pianta nella sua forma naturale è più efficace del trattamento con artemisinina nel contrastare la malaria e nel prevenirla, nonostante nella pianta la quantità di principio attivo raccomandato dalla OMS, sia inferiore. Questo avviene a causa della moltitudine di composti esistenti nella pianta, che agiscono in sinergia. Una pianta, che può essere coltivata in casa è sufficiente a soddisfare il bisogno di una famiglia ed ha un costo irrisorio di pochi centesimi.Dal 2011, la Stevia è stato legalizzato come dolcificante dietetico, ma vendere le loro foglie per uso medicinale è vietata. La domanda è ovvia - ma la risposta provoca orticaria -. "Perché?" "Le piante medicinali sono stati accantonati e criminalizzati dalle pressioni dell'industria farmaceutica conoscono il potere di tutte queste piante, e che rende il nervo" .Josep Pàmies non morde la lingua, e nel suo blog si scaglia senza mezzi termini contro l'industria farmaceutica, accusandola di "malattia più cronica" invece di cercare la vera cura ... "Le soluzioni sono facili, ma sono nascosti. Noi viviamo in un sistema economico basato sulla paura e la speculazione, ei cittadini erano infonde temono che il modello crollerà.Non si tratta di dare false speranze alla gente, si tratta di stimolare la società a fare le proprie ricerche

Post popolari in questo blog

LA MOGLIE DI PABLO ESCOBAR

L'ora legale

L’orgia più grande del mondo