LA DIETA DEL GELATO

Il gelato è spesso considerato un dessert. Indubbiamente lo è, ma all’interno di una dieta può funzionare anche come pasto magari integrato con un piccolo spuntino. Il gelato è un alimento sano e nutriente, una fonte importante di calcio (che, tra l’altro, aiuta a perdere peso), proteine e vitamina B2 (nelle creme a base di latte).
E le calorie? 100 grammi di gelato variano tra le 100 e le 300 calorie, pertanto il contenuto calorico del gelato non deve preoccupare chi volesse intraprendere questa dieta: i gelati industriali e quelli a base di frutta sono talvolta davvero dietetici (100-150 cal per etto). Le creme artigianali e il cioccolato tendono a far salire la bilancia, ma come in tutte le cose, basta non esagerare A sostenerlo è il nutrizionista Pietro Migliaccio, Presidente della Società Italiana di Alimentazione, che ha messo a punto una dieta con la quale è possibile perdere due o tre chili in pochi giorni, concedendosi il piacere di uno, e a volte anche due, gelati al giorno. “Il gelato è troppo spesso criminalizzato – spiega Migliaccio – invece è un alimento dalle tante qualità, che anche psicologicamente aiuta ad affrontare meglio una dieta.La Dieta del Gelato, afferma Migliaccio, va seguita per una sola settimana, trattandosi di un regime di circa 1.200 calorie al giorno, ed è adatta davvero a tutti: donne e uomini dai 16 anni in su. Può essere seguita anche a settimane alterne. E’ sconsigliata per i diabetici, ma solo per prudenza.In questo esempio di dieta generale ipercalorica si può invertire il pranzo con la cena.
Dieta settimanale ipocalorica di circa 1100/1200 kcal giornaliere
Lunedì
Colazione
un bicchiere di latte 1,8% (parzialmente scremato), caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero, due fette biscottate.
Metà mattina
due albicocche o un succo di frutta.
Pranzo
Un gelato confezionato del tipo biscotto o cornetto;
oppure
cocomero g 400 o una pesca.
Pomeriggio
Un ghiacciolo.
Cena
Secondo piatto: bresaola g 80;
Contorno: rughetta, quantità a piacere;
Olio: un cucchiaino extravergine di oliva;
Pane: g 40 o un pacchetto di crackers da g 25.
Martedì
Colazione
uno yogurt da g 125 anche alla frutta da latte parzialmente scremato;
g 20 di cereali.
Metà mattina
una banana o una pesca.
Pranzo
una coppa di macedonia con gelato alla crema e/o con panna; una, due cialde.
Pomeriggio
un Frozen yogurt piccolo alla frutta.
Cena
Pesce arrosto con patate:
un’orata o una spigola o un rombo con g 200 di patate;
Condimento e spezie secondo i propri gusti.
Mercoledì
Colazione
un bicchiere di latte 1,8% (parzialmente scremato), caffè a piacere, tre biscotti (g 30 circa).
Metà mattina
g 200 di ananas o una pesca.
Pranzo
Prosciutto e melone:
prosciutto crudo g 80;
melone g 500;
pane g 40 o un pacchetto di crackers da g 25.
Pomeriggio
due bon bon.
Cena
una coppa di gelato con due cialde.
Più tardi: un frullato preparato con latte 1,8% (parzialmente scremato) e g 250 di frutta fresca di stagione.
Giovedì
Colazione
un succo di frutta;
una tra le vostre merendine preferite.
Metà mattina
una pera o una pesca.
Pranzo
Un cono di gelato artigianale secondo i gusti ed i desideri di ciascuno, anche con panna;
Pomeriggio
un pacchetto di crackers da g 25 o g 200 di ciliege.
Cena
Secondo piatto: una coscia di pollo con sovraccoscia senza pelle;
Contorno: insalata o melanzane, quantità a piacere;
Condimento: due cucchiaini di olio extravergine di oliva;
Pane: g 40;
Un ghiacciolo.
Venerdì
Colazione
un the freddo e tre biscotti (g 30 circa).
Metà mattina
un succo di frutta.
Pranzo
* una granita di caffè con panna; due cialde (* ricordarsi che contiene caffeina).
Pomeriggio
melone g 200 o g 400 di cocomero.
Cena
Insalata caprese:
mozzarella light g 60;
pomodori, quantità a piacere;
condimento: due cucchiaini di olio,
basilico ed altre spezie a piacere;
Pane: g 40.
Sabato
Colazione
un cappuccino ed una brioche.
Pranzo
due pomodori con il riso, cucinati secondo le proprie abitudini;
Un’insalata verde mista condita con un cucchiaino di olio.
Pomeriggio
un frozen yogurt piccolo alla frutta o una granita al limone.
Cena
al ristorante o a casa
Una porzione di spaghetti alle vongole o di risotto alla pescatora;
un semifreddo.
Domenica
Colazione
un bicchiere di latte 1,8% (parzialmente scremato) con quattro fette biscottate e due cucchiaini di marmellata.
Pranzo
Primo piatto: una porzione di insalata di riso o di pasta fredda.
Frutta: cocomero g 400 o melone g 200;
un sorbetto al limone.
Pomeriggio
un cono di gelato artigianale alla frutta.
Cena
Secondo piatto: un hamburger;
Contorno: insalata o peperoni a piacere;
Condimento per il contorno: un cucchiaino di olio extravergine di oliva;
Pane: g 40.
Oppure:
Una brioche con gelato e panna.

Post popolari in questo blog

LA MOGLIE DI PABLO ESCOBAR

L'ora legale

L’orgia più grande del mondo