Post

Omicidio di Vincenzo Casillo deposizione di Raffaele cutolo

Immagine
Raffaele Cutolo depone al processo al omicidio di Vincenzo Casillo,Cutolo si è sempre professato innocente dichiarando che tale omicidio del suo più cara amico fosse atribuito ai servizi segreti italiani.
roma 19-121989

 Il 29 gennaio 1983, a Roma, Vincenzo Casillo - in quel momento latitante - sale a bordo della sua automobile che esplode perché imbottita di tritolo. L'esplosione avviene in Via Clemente III° a poca distanza dalla sede del SISMI. Casillo muore mentre Mario Cuomo, seduto al suo fianco, perderà l'uso delle gambe. La sua compagna, la ballerina Giovanna Matarazzo, dichiarerà al giudice Alemi che la morte di Casillo è collegata all'omicidio Calvi, venendo poi a sua volta assassinata.

A detta di Galasso, Pinuccio Cillari aveva acconsentito a tradire i suoi compari poiché riteneva che oramai la NCO fosse destinata a scomparire, ma quando si accorse che Casillo stava riguadagnando terreno e che aveva addirittura la mafia alle spalle cominciò a tentennare. A quel …

Intervista a Roberto Cutolo sulle condizioni del padre (Raffaele Cutolo) in carcere

Immagine
intervista a Roberto Cutolo sulle condizioni in carcere del padre Raffaele Cutolo che allora era detenuto nel super carcere del'Asinara,il figlio si lamenta di come il padre viene trattato in modo diverso a rispetto degli altri detenuti.
Intervista 20-01-1988.

 Aveva visto per la prima volta suo padre a 15 anni, nel parlatorio di un manicomio giudiziario. Sapeva già che era potentissimo e temuto, e che lui, ragazzo cresciuto senza il papà accanto, sarebbe stato l' unico tra tutti i fratellastri a portarne il cognome. Per quel cognome, di cui era fiero, aveva conosciuto il carcere. Poi qualcosa era cambiato: Io non c' entro con queste storie di camorra, ripeteva sempre più spesso. Ma proprio per quel padre così pericoloso Roberto Cutolo, 28 anni, è stato ucciso. Dieci proiettili l' hanno massacrato l' altra sera davanti a un bar di Tradate, in questo paese del varesotto dove Cutolo junior viveva da quattro anni in una casa popolare, senza molti soldi in tasca, con …

raffaele cutulo processo omicidio cuomo

Immagine
Raffaele Cutolo depone al processo per l'omicidio di Cuomo,Il processo si e tenuto a Napoli il 20-12-1989.

 Doppio ergastolo per Raffaele Cutolo, il capo della Nuova camorra organizzata. I giudici della seconda sezione della Corte d' assise lo hanno ritenuto il mandante di due spietati e feroci omicidi: quello del suo luogotenente Antonino Cuomo e quello della moglie di questi Carla Campi. La sentenza di morte nei loro confronti fu emessa, dal tribunale della malavita, perchè Cuomo si era distaccato dal boss di Ottaviano per mettersi in proprio e poi, successivamente, trattare con gli anti-cutoliani della Nuova famiglia. Carla Campi, la prima donna uccisa dalla camorra nell' area napoletana, venne crivellata di colpi perchè aveva appreso dal marito tutti i segreti della Nco. I killer la uccisero proprio mentre stava andando dal magistrato, in Castelcapuano, per rivelare le vicende della camorra cutoliana. Rimase indenne, nel feroce agguato, il figlioletto Antonino Junior …

processo alle brigate rosse raffaele cutolo part 2

Immagine
Raffaele Cutulo depone al processo sul sequestro di Ciro Cirillo da parte delle brigate rosse.
Processo si e tenuto a Napoli il 28-09-1988 part 2.

raffaele cutolo depone al processo delle brigate rosse sul rapimento cirillo part 1

Immagine
Raffaele Cutolo depone al processo del sequestro dell assessore Ciro Cirillo da parte delle Brigate Rosse.
Processo che si e tenuto a Napoli il 27-09-1989.

Il 27 aprile 1981 alle ore 21:45 nel proprio garage di casa di via Cimaglia a Torre del Greco, Cirillo fu sequestrato da un commando di cinque appartenenti alle Brigate Rosse, capeggiati da Giovanni Senzani. Durante il conflitto a fuoco morirono l'agente di scorta maresciallo di P.S. Luigi Carbone e l'autista Mario Cancello, mentre viene gambizzato il segretario dell'allora assessore campano all'urbanistica, Ciro Fiorillo. In cambio della liberazione Senzani chiese e ottenne la requisizione degli alloggi sfitti di Napoli (per sistemarvi i senzatetto), indennità per i terremotati, la pubblicazione dei comunicati e dei verbali a cui Cirillo si doveva sottomettere.

Il 24 luglio 1981 Ciro Cirillo fu rilasciato in un palazzo abbandonato in via Stadera a Poggioreale. Il giorno prima le Brigate Rosse comunicarono la liber…

Raffaele Cutolo processo omicidio Mino Pecorelli

Immagine
Raffaele Cutolo depone al processo del giornalista Mino Pecorelli il processo si e  svolto a Perugia il 9-10-1998.
Fondatore dell'agenzia di stampa «OP-Osservatore Politico» («OP») che divenne poi anche una rivista, venne assassinato a Roma in circostanze ancora oggi non del tutto chiarite.

Carmine Pecorelli, meglio conosciuto come Mino Pecorelli (Sessano del Molise, 14 giugno 1928 – Roma, 20 marzo 1979), è stato un giornalista, avvocato e scrittore italiano, che nell'ambito del giornalismo si occupò d'indagine politica e sociale.

La sera del 20 marzo 1979 Mino Pecorelli fu assassinato da un sicario che gli esplose quattro colpi di pistola in via Orazio a Roma, nelle vicinanze della redazione del giornale. I proiettili, calibro 7,65, trovati nel suo corpo sono molto particolari, della marca Gevelot, assai rari sul mercato (anche su quello clandestino), ma dello stesso tipo di quelli che sarebbero poi stati trovati nell'arsenale della banda della Magliana, rinvenuto ne…

Raffaele Cutolo processo rapimento cirillo part 2

Immagine
Raffaele Cutolo viene chiamato a deporre al processo per il rapimento di Ciro Cirillo,e della tratativa che ci fù tra la stato e la nuova camorra organizzata di Cutulo.

Processo che si e tenuto a Napoli nel 1989.