VALENTINA LA STORIA

Valentina Rosselli, nota semplicemente come Valentina, è la protagonista dell'omonimo fumetto creato da Guido Crepax.Debutta nel 1965 sulle pagine della rivista Linus, inizialmente destinata al ruolo di personaggio secondario, nella terza puntata del fumetto fantascientifico Neutron: La curva di Lesmo. Il personaggio di Valentina è noto anche ai non appassionati di fumetto per le sue apparizioni in ambito pubblicitario.Il fumetto ha un taglio cinematografico, spesso onirico, ed è ricco di citazioni che spaziano dalla storia, all'arte, al fumetto stesso. Nelle trame reale e immaginario spesso si fondono o si confondono senza una chiara distinzione.I tratti fisici di Valentina sono ispirati all'attrice statunitense Louise Brooks che negli anni venti conquistò il mondo cinematografico atteggiandosi a donna fatale nell'interpretazione del personaggio di Lulù. In un episodio dedicato alla sua infanzia, Valentina rivela che ha assunto il look di Lulù alla fine della sua adolescenza, ispirandosi a un film con la Brooks, Il vaso di Pandora (film muto del 1928 diPabst).È forse l'unico personaggio della storia del fumetto italiano di cui si conosce tutto, compresa la sua carta d'identità: è nata il giorno di Natale del 1942, e cresce e invecchia come una persona reale.Valentina è una fotografa con problemi realistici (in particolare l'anoressia: nella sua adolescenza appare patologicamente magra), che si mescolano a incubi e deliri immaginari e folli (psicoanalisi, mostri, sogni e allucinazioni). È spesso raffigurata nuda, a volte sensuale, quasi sempre in contesti feticisti.Il personaggio è protagonista di Baba Yaga (1973), scritto e diretto da Corrado Farina e interpretato da Isabelle De Funès nel ruolo di Valentina. Il film è stato contestato dallo stesso regista per i tagli inferti dalla produzione a sua insaputa, ma ne esiste un'edizione americana in DVD che recupera gran parte del materiale tagliato.Hugo Pratt in Favola di Venezia si ispira a Valentina (a e Louise Brooks) per il personaggio di Louise Brookszowyc[2]
    Nel manga EDEN di Hiroki Endo, uno dei personaggi è intento a leggere un volume di Valentina
    Anna Tatangelo nel videoclip dei singolo Inafferrabile simula di essere Valentina ed è chiaro il riferimento alla storia di quest'ultima.

Post popolari in questo blog

LA MOGLIE DI PABLO ESCOBAR

L'ora legale

L’orgia più grande del mondo