MARTIN MYSTERE LA STORIA

Martin Mystère è una serie a fumetti edita dalla Sergio Bonelli Editore dal 1982 ideata da Alfredo Castelli. È incentrata sulle avventure di un professore che indaga su molti misteri non risolti, come Atlantide e altri luoghi mitici e leggendari, UFO, parapsicologia, enigmi della storia, dell'archeologia e della scienza.Il fumetto è considerato il punto di passaggio tra le serie classiche della Bonelli e quelle del nuovo corso, sia per i temi trattati, sia per aver aperto la strada a nuove iniziative di carattere editoriale. Martin Mystère ha messo in discussione la tradizionale divisione della critica tra pubblicazioni cosiddette "di prestigio" e "popolari", tra "fumetto d'autore" e "fumetto seriale"Martin Jacques Mystère, soprannominato Il Detective dell'Impossibile, è uno studioso che si occupa in maniera scientifica di fatti apparentemente "impossibili", ritenuti inspiegabili dalla "scienza ufficiale" e facilmente rimossi.Una caratteristica che lo differenzia dalla maggior parte degli eroi di fumetti è quella di avere una data di nascita (26 giugno 1942). Il professor Martin Jacques Mystère, che vive a New York a Washington Mews, segue infatti lo stesso continuum spazio-temporale del lettore. Rimanendo indubbiamente la stessa persona, Mystère in oltre 20 anni è invecchiato e si è trasformato nel BVZM (il Buon Vecchio Zio Marty).Creatore, principale autore dei testi e curatore della serie è Alfredo Castelli; disegnatore principale e autore delle copertine è Giancarlo Alessandrini, esponente italiano di quel filone che si ispira alla scuola franco-belga della ligne claire (es. Hergé, Moebius). Altri disegnatori che hanno contribuito sono:Enrico Bagnoli, gli Esposito bros (Nando e Denisio Esposito), Giampiero Casertano, Rodolfo Torti, Giuseppe Palumbo, Franco Devescovi, Lucio Filippucci, Franco Bignotti e Daniele Caluri. Tra le collaborazioni ai testi ricordiamo l'apporto di firme prestigiose come Tiziano Sclavi, Paolo Morales, Ade Capone, Gino Udina e Pier Carpi.il personaggio, che è un'evoluzione di Allan Quatermain dello stesso Castelli, fu proposto alla Editrice di Bonelli nel 1980. Il nome Martin è un omaggio a Martin Hesselius, personaggio antesignano di numerosi indagatori dell'occulto letterari, che compare in alcuni racconti di Joseph Sheridan Le Fanu.Nel 1981 il nome proposto per l'albo della Bonelli fu cambiato in Doc Robinson (con quel nome il fumetto fu presentato ufficialmente alla mostra Inova Fumetto), ma il nome Martin Mystère fu ripristinato prima della pubblicazione vera e propria. Il primo albo di Martin Mystère venne pubblicato nell'aprile del 1982 dalla Daim Press (poi Sergio Bonelli Editore). Nello stesso anno il fumetto usciva, tradotto, anche in Spagna, per l'Ediciones Zinco.Alcune delle caratteristiche "mysteriose" dell'universo narrativo in cui si muove il personaggio erano già state introdotte nelle storie di Mister No scritte dallo stesso Castelli, il quale, nella genesi di Mystère, ha cercato di rimanere coerente con quanto già pubblicato, in modo da rendere comune ai due personaggi il mondo in cui si muovevano.alfredo castelli nei suoi 50 anni di carriera ha dichiarato che per quando riquarda il 2015 martin mystere rimarrà fedele alle sue carateristiche.

fonte wikipedia

Post popolari in questo blog

LA MOGLIE DI PABLO ESCOBAR

L'ora legale

L’orgia più grande del mondo