Sex Pisols,la storia

Sex Pistols,sono un gruppo rock che ha creato il movimento punk britannico della fine degli anni 1970 e che, con la canzone "God Save the Queen", è diventato un simbolo di agitazione sociale e politica del Regno Unito. I membri originali erano Johnny Rotten (soprannome di John Lydon, b 31 gennaio 1956, a Londra, Ing..), Steve Jones (b 3 maggio 1955, a Londra.), Paul Cook (b 20 Luglio 1956, a Londra. ), e Glen Matlock (b. 27 AGOSTO 1956, Londra). Unaltro  membro e stato Sid Vicious (soprannome di John Simon Ritchie, b. 10 maggio 1957, Londra-d 2 febbraio 1979, a New York, NY, USA.).  i Sex Pistols hanno iniziato la miscelazione nel 1960 nelle influenze pop inglese  (Small Faces, The Who) con quelli del 1970 rinnegati roccia (Iggy and the Stooges, il Nuovo York Dolls), nel tentativo di spogliare complessità del rock fino all'osso. Entro l'estate del 1976, i Sex Pistols aveva attratto una base di fan accanito e con successo aggiornato le energie dei 1960 mods per l'umore adolescente maligna degli anni '70. Pesantemente stilizzata a loro immagine e la musica, i media-savvy, e ambizioso, l'uso di testi, i Sex Pistols è diventato il leader degli adolescenti punk  chiamato dagli inglesi stampa-nell'autunno del 1976. Il loro primo singolo, " Anarchy in the UK ", è stato sia una chiamata alle armi e un indirizzo state-of-the-nazione. Quando hanno usato parolacce in diretta televisiva nel dicembre 1976, il gruppo è stato conosciuto a livello nazionale. Scandalizzato dalla stampa scandalistica, i Sex Pistols sono state cadute dalla loro prima casa discografica, la EMI, nel mese di gennaio 1977; il loro prossimo contratto, con A & M Records, è stato tagliato dopo pochi giorni in marzo.Firmando rapidamente con la Virgin Records, i Sex Pistols pubblicarono il loro secondo singolo, "God Save the Queen", nel giugno 1977 in concomitanza con Silver Jubilee della Regina Elisabetta II (il 25 ° anniversario della sua ascesa al trono). Sebbene bandito dai media britannici, il singolo è arrivato al numero due in classifica. Come "nemici pubblici numero uno," i Sex Pistols sono stati sottoposti a violenze fisiche e vessazioni.Nonostante un secondo Top Ten disco, "Pretty Vacant", i Sex Pistols in fase di stallo. Appena in grado di giocare nel Regno Unito a causa dei divieti del governo locale, che si era impantanato in preparativi per un film e l'uso di droga peggioramento amico di Rotten Vicious, che aveva sostituito Matlock nel febbraio 1977. La loro bunker mentalità è evidente sul loro terzo Top Ten hit, "Vacanze nel Sole" Con il tempo il loro album Never Mind the Bollocks, Ecco i Sex Pistols raggiunto il numero uno ai primi di novembre, Rotten, Vicious, Jones, e Cook avevano registrato insieme per l'ultima volta.il disastroso tour negli Stati Uniti precipitato scissione del gruppo nel gennaio 1978 a seguito della loro più grande show di oggi, a San Francisco. Cercando di mantenere i Sex Pistols che vanno con il progetto cinematografico che divenne il grande Rock 'n' Roll Swindle (1980), la McLaren ha emesso i record con un sempre più incontrollabile Vicious come vocalist. Una cover di Eddie Cochran di "C'mon Everybody" è diventato best-seller in seguito alla sua morte per overdose di eroina Vicious muore a New York nel febbraio del 1979, mentre fuori su cauzione (accusato dell'omicidio della sua fidanzata, Nancy Spungen). Nello stesso mese la McLaren è stato citato in giudizio da Rotten, e Sex Pistols scomparve in amministrazione controllata, per poi essere ripreso qualche anno dopo il caso 1986 giudice che ha restituito il controllo dei loro affari al gruppo. Una reunion tour nel 1996, infine, ha permesso al quartetto originale disuonare le loro canzoni di successo di fronte al pubblico di sostegno. Questo post scriptum deludente, tuttavia, non diminuì l'impatto dei loro primi quattro singoli e album di debutto, che hanno scosso le fondamenta della musica rock ed inviati tremori attraverso società britannica. Nel 2006 i Sex Pistols sono stati introdotti nella Rock and Roll Hall of Fame.

Post popolari in questo blog

LA MOGLIE DI PABLO ESCOBAR

L'ora legale

L’orgia più grande del mondo