LA GUERRA DEI DIAMANTI

La guerra civile in Sierra Leone  è un conflitto che ha molte  ragioni poteri in lizza per l'influenza e il potere, su un pezzo lucrativi.Sierra Leone tutti vogliamo portare stabilità e una qualche forma di democrazia, un governo civile. Ma i leader della regione non riescono ad accordarsi su chi che il leader. Della Liberia Charles Taylor ha sostenuto il capo dei ribelli Foday Sankoh fin dai primi anni '90. Il Rebels (RUF) preoccupazione principale sembra essere il controllo dei giacimenti di diamanti e le entrate che i diamanti possono portare sul mercato nero. I ribelli hanno preso il controllo delle miniere di diamanti chiave nella regione Tongo. Sierra Leone che ha prodotto tra  alcuni più  alti diamanti di qualità è ad oggi una delle nazioni più povere della terra. Coloro che hanno controllato le miniere in passato non hanno permesso i proventi del commercio di diamanti per raggiungere la popolazione generale. Questa è la vera essenza e la ragione per la guerra; che controlla i diamanti e reddito generato dalla loro vendita. L'ONU, ha dichiarato la necessità di collocare il controllo dei diamanti di nuovo nelle mani del governo eletto, chiese l'aiuto di nazioni vicine per espellere i ribelli dalle regioni economicamente produttive. Quando le truppe ONU 'peacekeeping' sono stati rapiti dai ribelli di vari settori in tutta la nazione è stato visto come una tragedia terribile per il mantenimento della pace delle Nazioni Unite, in particolare in Africa. Tra quelli catturati sono circa 100 soldati nigeriani, i soldati il ​​cui governo ha storicamente sostenuto il governo. Va notato qui che i ribelli deposero il presidente eletto Ahmed Tejan Kabbah, nel 1997 e il leader del RUF si è tenuta in stato di detenzione in Nigeria ed è stato poi catturato dalle forze governative in Sierra Leone.I diamanti sono davvero preziosi, ma forse non così preziosi come il prezzo pagatoper il loro interesse. DeBeers, commerciante di diamanti più grande del mondo è di circa 4 miliardi di dollari delle gemme stoccate, naturalmente a mantenere alti i prezzi e mantiene un consenso su richiesta con altri concessionari delle miniere e di diamanti. Questa operazione viene eseguita in gran parte il centro mondiale del diamante, in Belgio, in un piccolo quartiere conosciuto come il ' Diamond High Council ' e dove forse non a caso, la mafia russa ha una presenza significativa. Il mafioso russo spesso ricicla i suoi soldi della droga con ... avete indovinato ... diamanti. Queste macchinazioni e le modalità non sono sconosciuti agli Stati Uniti. Non l'America è il mondo più grande consumatore di diamanti e oltre 10 miliardi di dollari di diamanti illegali hanno fatto la loro via d'uscita dei principali produttori di diamanti nazioni, Sierra Leone, Angola, Congo e Liberia. Il governo degli Stati Uniti è pienamente consapevole della fonte di questo commercio illegale estremamente redditizio. L'industria dei diamanti, non a caso, ha soffocato la legislazione statunitense che costringerebbe un sistema di certificazione in diamanti venduti negli Stati Uniti che avrebbe costretto Diamond concessionari a rivelare la fonte dei loro diamanti, . La fonte delle gemme illegali  sarebbero molti americani e costringerebbe i commercianti a vedere le loro vendite crollare. Molte delle parole più grandi celebrità e grandi attrici di Hollywood possiedono individualmente milioni di dollari in gioielli con diamanti, lo stesso, le celebrità che ARPA costantemente sulle violazioni dei diritti umani nel terzo mondo.Così le guerre attualmente infuriano in Africa oggi in Congo, Liberia, Sierra Leone e Angola sono in generale, poco più di guerre di diamanti. Gli Stati Uniti Media e le sue portavoce stipendiati da milioni di dollari colpa lotte etniche e l'odio antico, per queste guerre e mentre questi sono certamente fattori in alcuni di questi conflitti, gli Stati Uniti Media, si rifiutano di raccontare il resto della storia. Diamanti, petrolio e denaro, e in misura minore i farmaci di laurea, sono le cause di e continuano ad alimentare i conflitti. Signori della guerra corrotti vogliono un 'pezzo di azione' di commercio di diamanti per se stessi e non sono eccessivamente preoccupati che viene ucciso nel processo. L'Occidente sembra solo preoccupato quando il flusso di diamanti viene cut-off o grandi imprese minerarie si lamentano per i governi e le Nazioni Unite, o signori della guerra vogliono troppi soldi per le loro merci con forza appropriati.Il caso contro i commercianti di diamanti a livello mondiale è stato chiaramente delineato in un rapporto delle Nazioni Unite che, a differenza di molti di questi rapporti in passato, in realtà chiamato nomi. Ha citato i principali commercianti di diamanti rendere il commercio con i ribelli angolani da diamanti di negoziazione, non per soldi, ma per le armi, direttamente. Il metodo con cui questi intermediari terzi violano le sanzioni e si occupano di signori della guerra e teppisti, trasformare i loro guadagni malato ottenuto oltre ai più famosi e rispettati commercianti di diamanti (con chiazza di petrolio, gli annunci romanticamente proiettato in TV) non è sconosciuto ai nostri leader. Sono fin troppo consapevole del problema, ma non si vuole fermare un business lucrativo da ungere le palme di uomini potenti e talvolta i loro donatori della campagna elettorale.  Lo stesso si può dire delle guerre in Africa per le altre risorse naturali, petrolio, per esempio. Il governo dell'Angola è un esempio perfetto, Jonas Savimbi è una vera e propria minaccia per la comunità mondiale, o almeno così alcuni vorrebbero farci credere. Il signor Savimbi aveva ricevuto grandi quantità di aiuti finanziari e militari dagli Stati Uniti durante la guerra fredda, mentre era in lotta soldati cubani, armati dall'URSS, e quando il governo comunista in Angola ha vinto le elezioni (UNITA contestato i risultati), gli Stati Uniti alla fine ha rinunciato a sostegno UNITA. Ora Savimbi (prima della sua recente scomparsa) commercia in diamanti che ha un controllo effettivo Eppure il governo eletto in Angola ha alcuni problemi reali con una mancanza di trasparenza nei rapporti finanziari. Gran parte del denaro del petrolio è gestito da un grande e 'rispettata' britannico Bank e conglomerato assicurativo (attraverso la Cabinda Trust, che gestisce il angola blocchi una concessione che produce circa 480.000 barili al giorno), ma questo enorme entità finanziaria non ha dimostrato un vero e proprio impegno per garantire che il denaro è veramente distribuito correttamente. Il denaro in queste situazioni troppo spesso finisce nelle mani di pochi e potenti. Un audit del settore Oil è in ordine in Angola,  Il semplice fatto è che potenti istituzioni finanziarie stanno facendo troppi soldi. A parte alcune grida fasulle di 'repulsione' e 'scossa' la situazione, nessuno è in procinto di fare nulla che possa turbare i suoi bilanci.

Post popolari in questo blog

LA MOGLIE DI PABLO ESCOBAR

L'ora legale

L’orgia più grande del mondo