lunedì 24 ottobre 2016

La tribù dei Sentinelesi

I Sentinelesi sono una tribù dell'isola di North Sentinel, nelle isole Andamane, in India. Survival International, il movimento mondiale per i diritti dei popoli indigeni, li ha definiti "la società più vulnerabile del pianeta" poiché, a causa del completo isolamento, non hanno difese immunitarie verso malattie comuni e una semplice epidemia potrebbe spazzarli via.La tribù di North Sentinel è la più isolata del mondo, non vuole avere contatto con l’esterno, accolgono i doni, ma non il contatto con altre persone. Pietre, frecce, tutto il possibile viene lanciato dagli indigeni che si difendono dai velivoli a bassa quota. Da Google Maps si può notare che sulla costa settentrionale dell’isola è presente un relitto, non si sa di che epoca, abbandonato e distrutto proprio dalla popolazione di indigeni che lo ha fatto affondare.Il governo locale, forse spaventato o forse molto rispettoso, ha dichiarato di non avere alcuna intenzione di interferire con la vita e le abitudini dei sentinelesi che, da sempre, hanno vissuto in pace senza conoscere il resto del mondo. Essenzialmente, i sentinelesi vivono di raccolta di frutti, caccia e pesca (è curioso il fatto che non si sappia se hanno sviluppato l’agricoltura). In più non sono in grado si difendersi da particolari eventi climatici. Si pensava, infatti, che dopo il maremoto dell’Oceano Indiano fossero tutti morti. Le autorità, invece, si sono stupite quando hanno visto alcuni di loro cercare di abbattere un elicottero con sassi e frecce.i sentinelesi possano essere dai 50 ai 400 individui e vi assicuriamo che non è un’impresa semplice contarli.I Sentinelesi vivono nel costante terrore dei pescatori e dei cacciatori di frodo, che arrivano armati di tutto punto. Si stavano solo difendendo con archi, frecce e pietre, cioè nell’unico modo che conoscono”.E nessuno ha mai lasciato l’isola…