VIVERE CON IL VELENO

Steve Ludwin si inietta veleno nelle vene il veleno dei più letali serpenti del mondo,nella convinzione che lo rendera immune.
Circa 100.000 persone in tutto il mondo muoiono di morsi di serpente, ogni anno, e un altro 250.000 sono permanentemente disabili, ma queste statistiche non sembrano spaventare Steve Ludwin. Ogni settimana per gli ultimi 23 anni ha iniettato un cocktail di velen. cercando di formare i suoi anticorpi per resistere al veleno. Aumentando gradualmente la quantità e la frequenza delle iniezioni, crede un giorno egli diventerà immunitario non solo di veleno di serpente, ma altri virus pure. Steve ha attualmente una collezione di 28 rettili potenzialmente mortali in casa sua, ma lui è sempre alla ricerca di nuove aggiunte, Nei giorni di iniezione, si munge sapientemente suoi serpenti per pochi milligrammi di veleno e visita un immunologo per avere il suo tiro assassino. In pochi minuti, i muscoli del braccio quadrupla dimensioni per circa 24 ore, mentre i suoi globuli bianchi lottano per combattere il veleno.Le dosi che prende in quel giono avrebbero ucciso un uomo, ma lui va a un concerto rock senza problemi.
Steve Ludwell è sempre stato affascinato dai serpenti
Ho amato i serpenti da quando sono nato ", ha detto alla rivista Bizarre. All'età di sei anni, ha avuto il suo primo incontro doloroso con un rettile strisciante. Vide un serpente giarrettiera in attesa del bus della scuola e immediatamente afferrò. La creatura si voltò e lo ha morso il pollice, ma Steve non avrebbe lasciato andare. Camminava a casa lungo una strada sterrata del Connecticut che grida nel dolore, ma ancora in mano una presa salda sulla sua serpente. Due anni dopo questa esperienza, suo padre lo portò a Miami Serpentarium, dove ha incontrato il Dr. Bill Haast, il primo uomo occidentale per iniettare volontariamente veleno di serpente nel suo corpo. Haast morì nel 2011, all'età di 100, ma secondo alcune fonti era "un ritratto della salute", anche nei suoi ultimi giorni. Incontro con l'Esperto serpente alimentato l'ossessione di Ludwin con il pericolo, e all'età di 17 anni ha promesso di seguire il suo esempio. "Ero solo a casa, ascoltando AC / DC, e improvvisamente ho sentito come se una lampadina o di un atomo erano esplose nel mio cervello," dice. "Qualcosa mi ha detto che dovevo per iniettare veleno di serpente. Era una sensazione che non so spiegare ".Ha ottenuto un lavoro in un laboratorio a Walthamstow, Londra, e ha iniziato a prendere i serpenti a casa per sperimentare. Ha iniziato da sfregamento veleno di serpente sulla sua pelle e poi lavare via non appena sentì il bruciore corrosivo. Anche questo ha fatto la sua pelle si gonfiano e girare un colore diverso per diverse settimane, ma ha spinto avanti con i suoi esperimenti. Inizia iniettando quantità molto piccole di veleno e aumentare gradualmente il dosaggio. Circa dieci anni fa, la reazione al veleno è diventato meno drammatico come il suo corpo cominciò per abituarsi ad esso. Poi, due anni fa, ha imparato che non era immune come pensava. Aveva munto tre dei suoi serpenti più pericolosi - un pacifico Rattlesnake Nord, Albero Viper di un Papa e un Viper Ciglia - e ha cercato di iniettare una piccola quantità di cocktail veleno nel suo braccio sinistro. A un certo punto, lo stantuffo della siringa è rimasto bloccato, e Steve accidentalmente spinto il tutto nel suo corpo.15 minuti dopo l'incidente, il suo braccio aveva raddoppiato le sue dimensioni, le sue labbra e la lingua erano gonfie e le tossine iniziato ad attaccare i suoi organi interni. Convinto era già abbastanza forte per combattere il veleno, Steve ha deciso di non andare in ospedale e invece ha scelto di guardare la serie tv di David Attenborough su rettili, Vita A sangue freddo. Dopo una notte di dolore indescrivibile, si è svegliato dal suo sonno profondo di vedere il suo braccio era diventato nero con un sacco cedimenti di fluido al gomito. Alla fine ha deciso di cedere e ricoverato in ospedale. Solo che non hanno avuto l'anti-veleno per tutti e tre i serpenti. Esperto Venom David Warrell, dell'Università di Oxford, ha dichiarato Steve: "Stai andando a perdere il braccio, e si sta andando a morire." Dopo tre giorni in terapia intensiva, Ludwin strappato le sue flebo e si scarica contro gli ordini dei medici . Ha subito una serie di test per vedere se i suoi organi interni erano stati colpiti dal veleno, ma i risultati hanno mostrato che era in perfetta forma.Per quanto folle come la storia di Steve Ludwin può sembrare ai più, lui è sicuramente a qualcosa. Immunologo Dirk Budka dice di essere stato stordito quando notò il suo sangue distrutto 70-100 per cento dei batteri veleno. "E 'incredibile", dice Budka. "Il suo sistema immunitario può essere abbastanza forte per sviluppare un farmaco per il futuro".

Post popolari in questo blog

LA MOGLIE DI PABLO ESCOBAR

L'ora legale

L’orgia più grande del mondo