venerdì 29 maggio 2015

LA TV DI UNA VOLTA


La tv oggi non ha più il fascino di una volta, non ha più personaggi di una volta che sono ancora oggi rimasti nel fascino e nella storia di ognuno di noi,e impossibile pensare alla televisione e non ricordare volti come mike buongiorno, corrado,raimondo vianello, sandra mondaini, pippo baudo,renzo arbore, e molti e molti altri che hanno fatto la storia.programmi che sono e penso che saranno ricordati per ancora 1000 anni a venire perche sono stati l'innovazione e  sotto un certo sono ancora copiati, basti pensare drive in ideato da antonio ricci e che ha portato al successo molti artisti come Gianfranco D'Angelo, ezio greggio,Enrico Beruschi,Carmen Russo, in seguito sostituita da Lory del Santo, Margherita Fumero, Giorgio Ariani, la coppia Syusy Blady e Patrizio Roversi, Massimo Boldi, Enzo Braschi, Olga Durano, Isaac George, Johara, Malandrino e Veronica, Guido Nicheli, Carlo Pistarino, Lucio Salis, Caterina Sylos Labini, Teo Teocoli, i Trettrè, il Trioreno, Sergio Vastano, Mario Zucca e Zuzzurro e Gaspare,senza dimenticare un Giorgio Faletti ancora lontano dalle future esperienze musicali e narrative, e un Francesco Salvi non ancora in veste drammatica,Tinì Cansino, Nadia Cassini, Antonia Dell'Atte, Eva Grimaldi, Cristina Moffa e Ambra Orfei. Dietro alle telecamere, il Drive In fu infine banco di prova per i testi di Ellekappa, Gialappa's Band e Gino e Michele, dando così vita a uno show fatto da tutti comici che ancora oggi e molto copiato,non posso non farvi ricordare quelli della notte un programma ideato da renzo arbore che a mio dire e stato il grande genio della televisione era capace di far diventare un attore comico in un vero e proprio comico, un programma dove c'erano personaggi surreali in un clima scherzoso  interpretati da Nino Frassica, Maurizio Ferrini, Andy Luotto, Riccardo Pazzaglia, Marisa Laurito, Simona Marchini, Roberto D'Agostino, Giorgio Bracardi, Massimo Catalano,Angelo Antonio Toriello, in arte Marvin, entrati tutti di diritto nella storia della televisione italiana, oltre che musicisti e fantasisti come Mauro Chiari ,Gegè Telesforo, Sal Genovese, Stefano Palatresi, Gianni Mazza e il duo formato da Antonio Maiello e Marcello Cirillo,mitica la sigla;  Lo diceva Neruda che di giorno si suda – Ma la notte no!Rispondeva Picasso, io di giorno mi scasso – Ma la notte no!talmente fù il successo che tornarono con altri due pogrammi, indietro tutta, Speciale per me - meno siamo meglio stiamo.mixer condotto da giovanni minoli ricordato per i l'enterviste senza veli, scoop gionalistici,anche striscia la notizia e un programma della tv di una volta e ancora oggi ha un seguito straordinario,discoring,il pranzo e servito,e tanti altri programmi. ma non solo programmi anche i telefilm di prima avevano un gusto diverso come a-team, "McGyver", passando per "Magnum P.I.", gli angeli di Charlie,i ragazzi della terza c, colege, star trek, i visitors, i Robinson,e la strana famiglia di Vicky, figlia robot, le faide di "Dallas,i Chips,Starsky & Hutch, il tenente  Kojak,super kit.e se parliamo de cartoni animati come  Holly e Benji,mila e shiro,Gundam, o che si trasforma lui stesso in un cavaliere cyborg, come in Tekkaman, ma il più delle volte guida un'astronave,e chi non ha desiderato lamù con la mitica frase che diceva ad ataru tesoruccio,o carletto l'amico dei mostri,Pollon, Flinstones. non c'è paragone con queli di oggi questa non e una critica ma solo un sguardo reale che oggi la tv sotto il mio punto di vista non è più intrattenimento specialmente la domenica dove prima si stava insieme per guardare buona domenica, domenica in oggi cosa si vede su canale 5 si piange, a raiuno si piange, le persone hanno bisogno di evadere un po dalla vita quotidianità, la televisione none solo informazione che giusto farla ma e anche una compagnia, ho fatto una indagine e ho domandato alle persone cosa ne pensano al riguardoe dovee pensare che il 65 per cento delle persone gira canale dopo 20 minuti e dopo 20 minuti ritorna sul canale che ha girato, questo avviene per noia, molte persone mi dicono anche tra i giovani che invidiano chi non ha potuto godersi quei programmi di una volta, o chi se la goduti rimpiange molto quel epoca televisiva.