mercoledì 6 maggio 2015

IL KILLER DI GHIACCIO

Nato il 11 aprile 1935, Richard "The Iceman" Kuklinski ha commesso il suo primo omicidio quando aveva 14 anni è cresciuta fino a diventare un killer della mafia, conosciuta come "The Iceman" per congelamento spesso le sue vittime a oscurare il loro momento della morte. Kuklinski è stata incaricata da famiglia criminale DeCavalcante di Newark e di New York cinque famiglie della mafia americana. Dopo essere stato arrestato nel 1986, si innamora dei riflettori, rilasciando interviste a scrittori e psichiatri, rovesciando sui miriade di modi che aveva ucciso le sue vittime e vantarsi di quanti morti aveva commesso più di 200 omicidi.Kuklinski ha dichiarato che  ha iniziato a uccidere i gatti fin da adolescente a l'eta di 14 anni dopo questa esperienza,la sete di sangue e violenza si fa più forte,e non si ferma piú.la svolta avviene quando fa la coniscenza con il mafioso italo-americano Simone Demeo,che un giorno per metterli alla prova gli disse,scendi dalla macchina e spare alla prima persona che porta a spasso il proprio cane,Kuklinski non se lo fa ripetete due volte,appena vidde passare il primo malcapitato,lo sparò senza ripensamenti,e con la fredezza impressiosante.d'allora divenne ul killer preferito dalla mafia, che prima di rggiungere i 30 anni avesse già ucciso oltre 60 persone.Il suo nome divenne ben noto negli ambienti della malavita, ma sopratutto per i suoi metodi che gli consentiva di dbarazzarsi dei corpi senza lascire traccia,portava i corpi in un luogo isolato,e dopo averlo legato lasciava la telecamera accesa fissa sul corpo.Il giorno dopo  andava vedere come i topi avessero mangiato il corpo del malcapitato senza lasciare traccia.Non solo questo era anche abile con la pistola,fucili, bombe a mano, mitragliette, mazze e spacca mandibole, nel corso degli anni si specializzó anche con il cianuro con cui efflovio,ad una certa distanza garantiva la morte in 5 secondi. Nonostante la sua sete di sangue aveva un codice morale che non infranse mai: non uccideva ne bambini e donne, e chi avesse fatto del male a queste petsone infligeva strazianti morti.Richard eta dipendente dal gioco d'azzardo:sperpero un capitale enorme.L'attivita che gli portò piú profitto era la pornografia. Dpve rivendeva casette pornografiche pirata .Richard kuklinski venne arrestato dalla polizia di New York,con l'aiuto di un  infiltrato, venne condannato a 6 ergastoli: e non alla pena di morte nonostante le vittime collezzionate fossero circa200, a causa della mancanza di testimoni.  Muore il nell'ospedale di Trenton il 5 marzo dell 2006 all'eta di 71 anni